Lavori in ritardo, rischio nuova Dad e timori sulle regole: la scuola torna al centro del dibattito e la Bellanova lancia un monito. 

scuola bellanova dad
Ritorno a scuola, rischio dad e problemi organizzativi nelle perale della Bellanova (Youtube)

Manca poco all’ingresso a scuola di milioni di giovani italiani, che fra l’incertezza e il rischio di una nuova Dad rischiano un altro anni di “studio a metà”. Mentre cresce il dibattito fra chi difende la didattica a distanza e chi la ritiene totalmente inutile, l’apertura è imminente, e la ministra Bellanova fa chiarezza sui rischi (tanti) e le certezze (poche) del nuovo anno scolastico. I dibattiti interminabili e l’assenza di risposte concrete rischiano infatti di bloccare l’inizio, che appare già oggetto di critiche. La viceministra delle Infrastrutture e Trasporti lancia un pesante monito. “Le discussioni infinite sono un allarme importante – ha dichiarato Teresa Bellanova – e rischiano di paralizzare la riapertura delle scuole”. 

Leggi anche: Roma, i candidati “asfaltano” la Raggi: una estate piena di cemento

Poi prosegue: “Mi auguro di non andare fuori tempo massimo, e spero che dai tavoli prefettizi e della Regioni arrivino proposte importanti. Serve condivisione – prosegue in una intervista ad AdnKronos – perché colgo il rischio di una nuova Dad a scuola ed è una minaccia”. Il tema è caldo, anche perché ormai da anni la riorganizzazione della scuola ai tempi del Covid sembra difficile. É un paradosso, fra banchi particolari, distanziamento, mascherini e vaccinazioni. Tante misure, per farla breve, e poca efficacia per scongiurare la Dad. La Bellanova rilancia: “Nonostante il sacrificio e l’impegno di famiglie e corpo docenti, la didattica a distanza sta creando pesanti lacune. Non possono i giovani pagare ritardi, e serve collaborazione per dare risposte immediate”.