L’emergenza incendi in Sardegna sta provocando diversi danni ambientali. La Coldiretti: “Almeno 15 anni per ricostruire i boschi e la macchia mediterranea”.

Sardegna incendi (screenshot video YouTube)

L’emergenza incendi in Sardegna sta provocando diversi danni ambientali in tutta la regione. Una vera e propria catastrofe, con il presidente Solinas che ha dichiarato lo stato di calamità ed è in contatto continuo con il Governo per avere un immediato sostegno economico. Aiuti che potrebbero arrivare già in settimana. Il premier Draghi, infatti, potrebbe convocare un Consiglio dei ministri per valutare la situazione sarda e decidere di mettere in campo dei fondi da destinare immediatamente alla regione.

LEGGI ANCHE <<< Emergenza incendi in Sardegna, animali tratti in salvo – VIDEO

Fiamme che hanno messo in ginocchio un’intera regione. Secondo quanto riferito dalla Coldiretti, citata da Today.it, ci vorranno almeno 15 anni per poter recuperare i boschi e la macchia mediterranea distrutti dai roghi. “Ben 20mila ettari – il commento della Conaf – secondo le previsioni più ottimistiche sono stati bruciati. Significa che 200 milioni metri quadrati di terreno sono stati completamente distrutti. Aziende scomparse, macchia mediterranea bruciata e il conteggio del bestiame perduto che si potrà fare solamente nei prossimi giorni. Lasciano sgomenti le immagini e le testimonianze dei colleghi agronomi e forestali che raccontano la devastazione provocata dal vasto incendio divampato nella provincia di Oristano“.

Nei prossimi giorni inizierà la conta dei danni e il bilancio rischia di essere molto grave. Il Governo si è messo già al lavoro per aiutare la Sardegna e presto potrebbero arrivare sostegni economici (e non) anche dagli altri Stati europei e dalla stessa Unione.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM