Dopo nove anni di dominio incontrastato della Juventus, l’Inter è riuscita a conquistare lo scudetto – il 19esimo della propria storia – e la prossima stagione tornerà a sfoggiare sulla propria maglia il vessillo tricolore.

Ma qualcuno pare non essersi accorto di quanto accaduto, almeno dalle parti di Dazn.

Per sponsorizzare la piattaforma (che l’anno prossimo trasmetterà sette gare della Serie A per giornata in esclusiva) l’azienda nata a Londra nel 2015 ha infatti lanciato una campagna pubblicitaria con un dettaglio che non è sfuggito ai tifosi dell’Inter:

sulla casacca del giocatore della Juventus in primissimo piano (l’eroe dell’Europeo Federico Chiesa) c’è ancora lo scudetto, mentre sull’esultante Romelu Lukaku alla sua destra (la sinistra di chi guarda la pubblicità) non c’è traccia del vessillo.

Una pubblicità (proposta online e su apposita cartellonistica) che ha fatto infuriare i tifosi dell’Inter.

La spiegazione dell’accaduto, però, è molto semplice: i due calciatori, come gli altri inseriti nella pubblicità (possiamo vedere Pessina e intravedere Immobile) sono raffigurati con le maglie dello scorso campionato, con la Juventus con lo scudetto sul petto.

Nonostante ciò, a poco meno di un mese dall’inizio del nuovo campionato, la polemica è servita e su Twitter gli utenti si sono scatenati (mandando Dazn in tendenza):