Serie A, quali sono le big di campionato che non hanno badato a spese fino a questo momento: rimarrete sorpresi da chi si trova al primo posto…

José Mourinho

Le squadre di Serie A hanno iniziato i loro ritiri ed alcune di loro hanno già effettuato i primi test amichevoli. Risultati che lasciano il tempo che trovano, visto che gli allenatori sono più interessati alla condizione fisica dei propri calciatori. Dopo essersi rilassati in vacanza è tempo di ritornare a sudare in campo, visto che tra poco più di un mese inizierà il campionato di calcio 2021/22. Pochi giorni fa è uscito il calendario con delle novità: il girone di ritorno sarà completamente asimmetrico.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, ecco il calendario 2021/2022: tutte le partite della nuova stagione

Chi, invece, non è mai andato in vacanza sono i dirigenti dei club che stanno lavorando ininterrottamente per cercare di rinforzare le proprie società con acquisti mirati e, soprattutto, di qualità. Quello che si chiedono i tifosi è questo: chi ha speso, fino ad ora, più soldi? Ecco la ‘Top Five’ dei club italiani che non hanno badato a spese e hanno messo mano al portafoglio.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM

Serie A, chi ha speso di più? Ecco la ‘Top Five’

Al quinto posto troviamo il Sassuolo del nuovo allenatore, Alessio Dionisi. Dopo i due anni vissuti ottimamente con Roberto De Zerbi, la dirigenza neroverde ha deciso di puntare su un altro mister giovane e di qualità. I romagnoli hanno speso ben 21,5 milioni di euro per tre calciatori (2 milioni per Maxime Lopez dall’Olympique Marsiglia, 3,5 per Jeremy Toljan dal Borussia Dortmund e 16 per Hamed Junior Traorè dall’Empoli, in tutti e tre i casi si parla di riscatto).

Al quarto posto c’è il Bologna di Sinisa Mihajlovic, confermatissimo anche per questa nuova stagione con 23 milioni di euro (2 milioni per Adama Soumaro dal Lille, 6 per Kevin Bonifazi dallo Spezia e 14,50 per il riscatto di Musa Barrow dall’Atalanta).

Mike Maignan (screenshot video YouTube)

Medaglia di bronzo per la nuova Roma di José Mourinho che di soldi ne ha spesi ben 27,25 milioni di euro (riscatto di Bryan Reynolds dal FC Dallas per 6,75 milioni, quello di Ibanez dall’Atalanta per 9 e l’acquisto di Rui Patricio dagli inglesi del Wolverhampton per 11,50 milioni).

Medaglia d’argento per la Fiorentina che ne ha spesi 28 (il difensore Igor dalla Spal per 5 milioni e ben 23 per Nicolas Gonzalez dallo Stoccarda).

Il vincitore di questa particolare classifica non può che essere il Milan che, dopo le partenza di Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu a parametro zero ha voluto fare dei piccoli regali ai propri sostenitori con ben 5 acquisti (l’ultimo arrivato Olivier Giroud per 1 milione dal Chelsea, 4 per Ballo-Tourè dal Monaco, 6,90 per il riscatto di Sandro Tonali dal Brescia, 13 per il nuovo portiere Mike Maignan ed il riscatto di Tomori dal Chelsea per 29,20 milioni).