E’ stato uno degli eroi di questo europeo che ha visto l’Italia tornare sulla vetta del continente 53 anni dopo la prima volta.

Parliamo di Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale ed autore di una competizione pressoché impeccabile (al netto delle gare saltato per problemi fisici).

Bandiera frattanto della Juve, Chiellini si trova al momento senza contratto ed i tifosi bianconeri si chiedono quindi quale sarà il suo destino.

Ne ha parlato ai microfoni con Enrico Camelio a Radio Radio il suo procuratore Davide Lippi.

Che ha escluso qualsiasi meta italiana, qualora non dovesse giungere il rinnovo:

Se non rimarrà alla Juventus andrà via dall’Italia. Non accetterà alcuna proposta anche se s’è fatta sotto la Fiorentina (compagine con cui giocò ad inizio carriera, ndr)”.

Queste le sue parole più per esteso circa il classe ’84:

“Perché Chiellini non ha firmato? Perché i contratti si firmano in due. Al momento ancora non ci siamo seduti, ma tutto con serenità. Se si presenta qualcun altro? Al momento non si è presentato nessuno, aspettiamo la Juve per sedersi. E’ una follia pensare a Chiellini lontano da un campo da calcio in questo momento. Mio padre (il Ct della Nazionale campione del mondo nel 2006 Marcello Lippi, ndr) mi disse: finché questi giocatori hanno un fuoco che arde, una passione, sono diversi e più forti degli altri. E Giorgio la passione ancora ce l’ha. Di sicuro non smette, aspettiamo la Juve. Non mi meraviglierebbe se mi chiamasse qualcuno, ma di sicuro non giocherà in squadre italiane diverse dalla Juve. Per un mese non ha voluto pensare al contratto, oggi conta solo che abbia vinto l’Europeo”.

Davide Lippi sugli altri assistiti

Perlando di altri suoi assistiti, un pensiero è andato a Politano – nel giro della Nazionale ma fuori dai convocati per l’Europeo:

Politano rimarrà probabilmente al Napoli perché Spalletti lo vuole” (e d’altra parte lo allenò con profitto anche all’Inter).

Una battuta su Spinazzola, che si attende possa recuperare dall’infortunio ad inizio 2022 (“E’ super motivato”) e su Borja Mayoral (“Ci sta che abbiano rinnovato il prestito perché nel calcio non gira un euro”).