Dall’addio di Hakan Calhanoglu al Milan, i tifosi rossoneri si interrogano su chi sarà il loro nuovo numero 10.

Tante le ipotesi che hanno preso a circolare nella corsa al rimpiazzo del trequartista turco trasferitosi a parametro zero sull’altra sponda dei Navigli.

Nella giornata di ieri, il Corriere dello Sport ha proposto un trittico di nomi (che in realtà già circola da qualche giorno):

il primo è quello di Dusan Tadic, capitano dell’Ajax. Reduce da una importantissima annata con i Lancieri, il classe ’88 ha un contratto fino al 2023 ma potrebbe essere intrigato da una nuova esperienza in un nuovo campionato (anche perché potrebbe essere una delle ultime opportunità, carta d’identità alla mano).

Il richiamo del Milan, poi, è sempre forte e l’anno prossimo la squadra di Pioli tornerà a giocare in Champions League, quella competizione che nel 2019 vide Tadic grande protagonista (l’Ajax si fermò ad un passo dalla finale).

Gli altri due nomi sono quelli del classe ’94 del Lipsia Marcel Sabitzer e al classe ’93 del Chelsea Hakim Ziyech: il marocchino, che con Tuchel ha trovato poco spazio, potrebbe giungere anche in prestito e per questa ragione potrebbe essere l’opzione migliore per le casse dei rossoneri.

La pista “autoctona”

Ma quelli di Tadic, Sabitzer e Ziyech non sono gli unici ad essere circolati in questi giorni: s’è infatti parlato anche dell’ipotesi “autoctona” Matteo Zaccagni.

Il calciatore dell’Hellas Verona, reduce da una magnifica stagione, sembrava destinato al matrimonio col Napoli ma poi non se n’è fatto niente (anche perché i partenopei, proprio per colpa degli scaligeri, non si sono qualificati alla Champions e devono far fronte a ristrettezze non ipotizzabili lo scorso inverno, quando si parlava di Zaccagni ad un passo).

E così quello di Zaccagni potrebbe essere il nuovo 10 rossonero, sebbene il presidente dell’Hellas abbia dichiarato alla Gazzetta dello Sport:

“Sta bene da noi, non dobbiamo venderlo per forza. Se arrivasse una richiesta adeguata la valuteremo perché Mattia vale una squadra di Champions”.

L’ipotesi più affascinante

Infine, l’ultimo nome, è anche quello più affascinante.

Parliamo di un ex galactico, acquistato per 75 milioni dal Real Madrid nel 2014 dopo un mondiale che lo ha visto protagonista assoluto. Parliamo del colombiano James Rodriguez, attualmente in forza all’Everton.

Il classe ’91 è reduce da una stagione all’Everton con il suo mentore Carlo Ancelotti in panchina ma adesso le cose sono cambiate: Ancelotti è tornato (anche discretamente a sorpresa) al Real Madrid e James Rodriguez vorrebbe cambiare aria.

Quale migliori ipotesi della Milano rossonera?