Uccide il marito con cui le liti erano all’ordine del giorno e per completare l’opera lo evira e frigge il suo pene in olio di soia alle prime ore del mattino.

Adesso è accusata accusata di omicidio e profanazione di cadavere.

La vicenda è accaduta settimana scorsa a Sao Goncalo, nello Stato di Rio de Janeiro, ed è stata riportata da diversi tabloid britannici – tra cui ‘The Sun’.

Dayane Cristina Rodrigues Machado, 33 anni, è la donna autrice dell’omicidio.

Secondo quanto riportato, le forze dell’ordine sopraggiunte sul posto hanno trovato il corpo del marito – le cui generalità non sono state divulgate – senza vita, nudo e mutilato.

Uccide, evira e frigge il pene del marito: i retroscena

Stando a quanto riportato dai media brasiliani, la coppia era separata da due anni ma continuavano a vedersi e così è accaduto la sera del delitto: i due erano andati in uno snack bar, prima di avere una discussione accesa.

I due stavano assieme da 10 anni, avevano due figli (un bimbo di 8 anni e una bimba di 5) e gestivano insieme una pizzeria.

Adesso tra l’avvocato della donna e i parenti della vittima è un rimpallo di accuse.

L’avvocato della donna dichiara che lei lo ha ucciso per legittima difesa, dinnanzi a costanti minacce: “Andre (questo il nome della vittima, ndr) non ha accettato la fine della relazione e ha detto che se lei non poteva stare con lui, non poteva stare con nessuno”.

Mentre la sorella dell’uomo, Adriana Santos, ha dichiarato che la moglie ha ucciso suo fratello per vendicarsi di un suo presunto tradimento.

Le indagini sono in corso per risalire ad una verità.