Follia alle collone di San Lorenzo, zona della movida milanese.

In nottata, in una piazza discretamente gremita nonostante il coprifuoco, c’è stata una colluttazione tra un ragazzo di origini marocchine di 22 anni (con un complice) e due carabinieri, con tanto di colpi di arma da fuoco.

Scene da Far West nei giorni in cui ritorna la movida per le strade del capoluogo meneghino.

sparatoria colonne san lorenzo

Ma andiamo con ordine:

tutto parte dalla rapina ai danni di un 23enne tedesco, cui era stata sottratta una collanina in Piazza Vetra.

Il ragazzo – in compagnia di un amico – era stato fermato da due soggetti che avevano usato a mo’ di arma i propri pitbull, scagliandoglieli contro. Per il tedesco delle ferite e lo scippo della catenina, prima dell’intervento dei carabinieri: sulla scorta delle indicazioni fornite i militari hanno individuato i due rapinatori.

E se uno dei due, riuscito poi a dileguarsi, ha legato i cani ad una ringhiera nelle vicinanze, lo stesso non è stato fatto dal 21enne di origini marocchine che ha aizzato il cane contro uno dei militari, morso ripetutamente dal molosso.

Nel tentativo di allontanare il cane, il militare ha dapprima provato ad usare lo spray in dotazione, prima di esplodere due colpi con la pistola d’ordinanza.

L’animale, ferito, s’è così allontanato ma gli spari hanno portato al ferimento alla gamba destra di un 23enne, probabilmente per un proiettile di rimbalzo, oltre al trasporto in codice giallo all’Ospedale Policlinico di una 21enne estone per delle lesioni agli arti inferiori dovute a frammenti.

Il carabiniere morso dal pitbull è tuttora ricoverato in osservazione presso la medesima struttura con numerose ferite da morso di animale al braccio destro e ad entrambi gli arti inferiori.

Arrestato il proprietario del pitbull, con diversi precedenti: per lui l’accusa di rapina e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Addosso gli sono stati inoltre trovati uno spray urticante e 2 grammi di hashish.