antonio conte mano in faccia

Per i tifosi dell’Inter, si tratterebbe del peggiore epilogo possible.

Secondo quanto raccontato anche da Gianluca Di Marzio il club nerazzurro campione d’Italia e il tecnico Antonio Conte vanno verso il divorzio e starebbero trattando sulla buonuscita da riservare all’allenatore salentino.

Ad Antonio Conte non sarebbero andati giù i piani esposti dal presidente Zhang, che prevederebbero per la compagine campione in carica un importante ridimensionamento.

Si parla della necessità di chiudere in attivo il prossimo mercato, generando plusvalenze tra gli 80 e i 100 milioni e per questa ragione il club non potrà operare in entrata come viceversa Antonio Conte vorrebbe, dovrebbe ridurre il monte stipendi del 15-20% rispetto a quello attuale (come d’altra parte è d’uopo facciano tutte le società in un momento particolarmente difficile per l’economia mondiale e calcistica) e dovrebbe sacrificare qualche pezzo pregiato della rosa che si è appena laureata campione d’Italia.

Troppi punti che portano Conte (per altro corteggiato secondo diversi media da top club stranieri) lontano da Milano.

E dire che l’ex Ct della Nazionale nella giornata di ieri è stato molto attivo sui social, tra stories di tifosi nerazzurri rilanciate (tutte stories in cui i tifosi ringraziano Conte) e una foto collettiva che rappresenta un segnale di unità d’intenti (sebbene a posteriori si potrebbe leggere come “tutti assieme”, dentro o fuori il progetto).

Ne sapremo di più nelle prossime ore / nei prossimi giorni, anche perché l’Inter ha il dovere – nei confronti dei propri tifosi – di fare chiarezza su quelle che saranno le prospettive future e soprattutto su chi guiderà la squadra nerazzurra.

Antonio Conte via da Milano? Le ipotesi per la panchina nerazzurra

I nomi che circolano in caso di divorzio (divorzio che porterebbe anche Lele Oriali all’ennesimo addio) sono comunque di tutto rispetto: si parla di Massimiliano Allegri, in quella che sarebbe la seconda staffetta tra i due dopo quella avvenuta a Torino ma su Allegri pare ci sia anche la Juve.

Ed ecco quindi che si fanno strada due nomi di outsider: Maurizio Sarri e Sergio Conceiçao (già accostato al Napoli).