Epilogo amaro per la stagione del Napoli.

Dopo un ottimo girone di ritorno, i partenopei vedono sfumare la qualificazione alla prossima Champions League all’ultima giornata, dopo il pari contro l’Hellas Verona.

E se il futuro del tecnico Gennaro Gattuso sembrava già scritto, questo pari ha certificato la fine del rapporto con gli azzurri che da domani si butteranno alla ricerca di un nuovo allenatore.

A testimoniarlo, anche il tweet di commiato del Presidente Aureli De Laurentiis.

Ma chi succederà al tecnico calabrese sulla panchina del Napoli?

In pole position c’è Simone Inzaghi che ha da tempo una proposta di rinnovo da parte di Lotito ma le cui parole odierne sanno di addio.

LEGGI ANCHE => Allenatori sui nervi: Inzaghi preannuncia l’addio e Juric perde la testa accusando Sky

D’altra parte De Laurentiis sarebbe pronto ad offrire 3 milioni di euro netti a stagione ad Inzaghi e così il tecnico, già destinato a suo tempo ad allenare la Salernitana, potrebbe sbarcare in terra campana.

inzaghi e gattuso

Il vero oggetto del desiderio di De Laurentiis sarebbe in realtà stato Spalletti, ora libero dal contratto che lo ha visto legato per due anni all’Inter pur senza sedere sulla panchina (occupata da Conte) ma il tecnico toscano sarebbe stato titubante date le referenze dei colleghi circa il comportamento ondivago di Da Laurentiis.

Sempre a causa di referenze negative (da parte di Carlo Ancelotti, in questo caso) un altro allenatore pronto a tornare in panchina avrebbe deciso di evitare l’avventura campana: parliamo di Max Allegri, pur affascinato dall’idea di allenare in una piazza importante come quella rappresentata da Napoli.

Infine De Zerbi, promesso sposo dello Shakthar, non sarebbe mai andato da De Laurentiis solo: solo nel caso fosse giunto Petrachi al posto di Giuntoli sarebbe stato disponibile a questa nuova avventura.