Aggiornamenti importanti sulle condizioni di Tatarusanu, il portiere del Milan, che si è operato per correggere un problema agli occhi, di cui soffriva da diverso tempo.

Il Milan di Stefano Pioli ha concluso il 2022 al secondo posto in classifica: complice l’infortunio di Maignan, il tecnico rossonero si è affidato al suo vice, il rumeno Ciprian Tatarusanu che da tempo convive con un problema agli occhi.

Tatarusanu
Tatarusanu (ANSA)

Come riporta questa mattina l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, l’ex portiere della Fiorentina, è stato operato agli occhi per correggere l’astigmatismo misto elevato di cui soffriva. L’intervento è stato eseguito lunedì a Milano dal dottor Angelo Appiotti con la tecnica “Femtolasik custom PSP” ed è perfettamente riuscito, come si legge sulla Rosea.

Infortunio Tatarusanu: operazione perfettamente riuscita

Sfruttata al meglio la pausa Mondiale: “Ciprian ha scoperto del difetto visivo un anno fa – racconta Appiotti – ma compensava con una messa a fuoco spontanea strizzando gli occhi. La percezione di un tiro da lontano ora arriverà molto più velocemente. Questo gli permetterà una risposta occhio/mano migliore e ridurrà l’incidenza degli infortuni con risposte muscolari più rapide”.

Tra gli sportivi operati dal dottor Appiotti ci sono Kakà (miopia e astigmatismo corretti nel 2007, l’anno del Pallone d’Oro) e gli altri ex rossoneri Massimo Ambrosini, Ignazio Abate e Marco Borriello.

Operazione Tatarusanu: scoppia l’ironia social

Una notizia che in poco tempo è diventata virale sui social e ha scatenato i commenti dei tifosi del Milan che hanno scherzato dopo aver letto dell’operazione del secondo portiere rumeno. “La cecità di Tatarusanu è paragonabile a quella dell’illustre Omero, se non, addirittura, alla sordità di Beethoven. Un impedimento fisico che non inibisce, bensì alimenta e valorizza il talento artistico nella sua forma più pura”.

O ancora, “Quindi tatarusanu è diventato il portiere più forte della storia grazie a questa operazione”.