Partita completamente da dimenticare per la squadra allenata da Jose Mourinho che cade contro un Napoli che si consolida sempre più primo.

Nel big match dell’Olimpico la Roma alza bandiera bianca negli ultimi 10 minuti di partita complice uno svarione difensivo di Smalling e una prodezza balistica di Osimhen che insacca alle spalle di Rui Patricio un gol da attaccante vero.

La formazione allenata da Luciano Spalletti è sempre più prima: lezione di calcio ad una Roma che soffre la mancanza di Paulo Dybala e, di fatto, non si rende mai pericolosa con Abraham, Zaniolo o Pellegrini, non tirando praticamente in porta contro gli azzurri.

Mourinho (ANSA)
Mourinho (ANSA)

Dichiarazioni Mourinho post Roma-Napoli

Dopo la sconfitta contro i partenopei è intervenuto ai microfoni di DAZN, il tecnico giallorosso. Di seguito sono riportate le dichiarazioni di Mourinho nel post partita di Roma-Napoli:

“Complimenti al Napoli che ha vinto senza meritare. La prestazione è stata sufficiente per non perdere la partita. Volevo vincere nello stesso modo in cui hanno vinto loro, con un paio di tiri. Una partita equilibrata che siamo riusciti a controllare, dopo tante ammonizioni siamo andati in difficoltà. Nel secondo tempo il Napoli ha creato un’occasione su una situazione in cui Cristante non può fare fallo perché ammonito. Avevo diversi giocatori stanchi e avevo pochi giocatori in panchina”.

Chiosa finale dello Special One sul direttore di gara Irrati: “Non voglio essere critico con l’arbitro, ma ho detto a Irrati cosa pensavo. E’ un arbitro equilibrato, non ha fatto una grande partita, ma è la vita”.

Il punto sugli infortunati: da Karsdporp a Pellegrini, le condizioni

La partita contro il Napoli ha lasciato degli strascichi importanti con le dichiarazioni di Mourinho in cui il tecnico della Roma ha spiegato anche le condizioni di alcuni giocatori“Karsdporp ha giocato titolare a sorpresa perché doveva giocare Zalewski ma non era in condizione per giocare 90′. Non aveva i 90 minuti e all’intervallo non poteva sedersi altrimenti si bloccava e gonfiava il ginocchio: è rimasto in piedi per dieci minuti”.

Mourinho-Pellegrini (ANSA)
Mourinho-Pellegrini (ANSA)

E ancora: “Pellegrini i ha chiesto il cambio perché aveva dolore al flessore, mi ha chiesto per tanto tempo il cambio… ma io non l’ho tolto. Matic era infortunato e non si è potuto allenare tutto settimana e mi ha detto che avrebbe cercato di aiutarci, magari per 10/15 minuti”.