Il Manchester United torna a vincere in Premier League. Sorride Ten Hag che deve fare i conti con il problema di Cristiano Ronaldo. 

Quando parliamo di Cristiano Ronaldo trattiamo senza alcuna discussione di uno dei migliori giocatori della storia del calcio. Cinque Palloni d’Oro, diverse Champions League e campionati vinti ovunque che testimoniano la grandezza e l’ambizione del campione portoghese. Cristiano vive adesso uno dei momenti più delicati della sua carriera. 

Ronaldo
Cristiano Ronaldo screen Erfaina.it

Per tutta l’estate Cristiano è stato accostato a diversi club europei ed anche in Italia si è discusso di un suo clamoroso approdo al Napoli. Alla fine Ronaldo è rimasto a Manchester, ma l’atteggiamento estivo e il nuovo tecnico dei Red Devils Ten Hag hanno complicato i piani del giocatore.

Cristiano Ronaldo è ormai diventato un rincalzo di lusso, molto costoso, ma che quasi sempre finisce in panchina nello United, un club comunque spesso in difficoltà. La società ha inoltre acquistato dall’Ajax il giovane talento Antony ed ha investito circa 100 milioni di euro per il suo cartellino.

Cristiano Ronaldo
delusione per Cristiano Ronaldo (Ansa) Erfaina.it

Manchester United, Ronaldo infuriato lascia in anticipo 

Nel turno infrasettimanale di Premier League il Manchester ha ottenuto una prestigiosa vittoria contro il Tottenham di Antonio Conte. I ‘Diavoli Rossi’ hanno trionfato grazie alle reti di Fred e Bruno Fernandes, ma Ten Hag non ha un attimo di pace. Il tecnico olandese deve fare i conti con la rabbia di Cristiano Ronaldo che si è diretto negli spogliatoi prima della fine del match. Per la precisione il giocatore ha lasciato al 90 minuto, lasciando la squadra prima dei quattro minuti di recupero.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sky Sport (Italia) (@skysport)

A fine match Ten Hag ha ignorato la questione, ma è evidente che i rapporti sono molto tesi. Lo United sembra puntare sui giovani, ma occorre ribadire che serve rispetto per Cristiano Ronaldo, un fenomeno da 700 gol in carriera che ha fatto la storia del calcio nell’ultimo ventennio.