Incredibile la denuncia degli avversari di Tsitsipas nel tennis, sospetti per i continui break: gli scappa sempre la pipì, ma il motivo…

tennis
Le proteste di Zverev dopo l’interruzione del match di tennis (Youtube)

Lo chiamano “toilet break”, ed è una pausa che consente ai tennisti di abbandonare la partita temporaneamente. Il motivo è chiaro, ma le accuse a a Tsitsipas sono pesanti. Tanto da arrivare agli insulti. Lo ha fatto Zverev, non il più sereno dei tennisti. Agli Us Open però probabilmente aveva ragione, perché Stefanos Tsitsipas per ben 8 minuti si è rinchiuso negli spogliatoi, con l’avversario ad attenderlo. Diventa un problema che divide l’abitudine del greco, che utilizza spesso questo tipo di pausa. E i sospetti aumentano. 

Non solo per la frequenza degli stop, ma anche perché il mondo della racchetta sottolinea che sarebbe il caso di intervenire. Serve forse una regola più precisa per il buon senso e nel rispetto della continuità dei match. I frequenti break diventano un problema per i muscoli, per la tenuta atletica dei tennisti, e forse anche per lo spettacolo. E anche Murray solleva la questione con una frase forse ironica, ma che rende l’idea della frequenza con cui Tsitsipas fa…pipì. 

Tsitsipas, accuse da Murray e Zverev: la sosta diventa un caso e le accuse nel mondo del tennis pesanti

papà tsitsipas
Il papà di Tsitsipas durante il toilet break nel match di tennis (Youtube)

“Ha impiegato più tempo Tsitsipas a fare la pipì che Jeff Bezos ad andare nello spazio”. Parole del campione Murray, che chiude il capitolo in maniera pesante: “Non lo rispetto più”. Duro anche Zverev, che invece di minuti ne ha dovuti attendere addirittura 10. La protesta con l’arbitro è stata pesante, perché il greco durante il “toilet break” ha portato con sé la borsa. Con il cellulare dentro. “E’ andato via per più di 10 minuti – ha sottolineato Zverev -, e intanto suo padre (allenatore) scriveva al telefono. Al ritorno in campo la sua tattica è completamente cambiata. Se ne sono accorti tutti che aveva un piano di gioco totalmente diverso”. 

Leggi anche: Tennis, il raccattapalle inciampa: l’incredibile e comico botto – VIDEO

Nei momenti delicati, per farla breve, a Tsitsipas scappa la pipì, e il mondo del tennis si interroga sulla difficoltà nel porre un rimedio. Diventa difficile infatti non consentire agli atleti “in difficoltà” di raggiungere la toilet. Gli stop del greco però sono tanti e le accuse pesanti. C’è chi sottolinea che lo faccia per innervosire l’avversario con il rischio di infortuni, chi sussurra che ci sia un mini time out telefonico o un semplice rifiatare. E intanto tutti chiedono di rivedere la norma, che è al centro del dibattito. Per la pipì. Nelle maratone del tennis succede anche questo.