Terni, una operatrice sociosanitaria si è rifiutata di sottoporsi al vaccino per contrarre il Covid: arriva la decisione da parte del giudice del lavoro

Terni, operatrice sociosanitaria sospesa dal suo lavoro perché non vuole vaccinarsi (screenshot video YouTube)

Ci troviamo a Terni dove una operatrice sociosanitaria è stata sospesa dal suo lavoro per un motivo molto semplice. Quale? Si è rifiutata di sottoporsi al vaccino per prevenire il contagio da Covid-19. Non solo: ovviamente anche il suo stipendio è stato bloccato. La donna, ovviamente, non ci sta e lo ha dimostrato in tutti i modi. Ha deciso di fare ricorso al giudice del lavoro per difendersi e andare contro a questa decisione che ha trovato assurda.

LEGGI ANCHE >>> Prof.Matteo Bassetti: “Fauci strumentalizzato. Col vaccino non si va in ospedale e…”

Purtroppo per lei il giudice ha confermato questa vicenda, visto che quest’ultimo l’ha ritenuta “giusta e proporzionata“. La donna che lavorava per gli anziani in difficoltà (quelli non autosufficienti) non intende arrendersi e andrà avanti con la sua battaglia. Fonti certe confermano che la donna è contro la somministrazione del vaccino poiché “si tratta di un trattamento sanitario che è ancora di natura sperimentale”. Non si tratta del primo caso che si verifica in Italia.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM