Olimpiadi Tokyo 2020, Paola Egonu è stata protagonista di un siparietto contro la sua avversaria russa nell’ultimo match di pallavolo in cui le nostre azzurre hanno battuto per ben 3 set a 0 il Comitato Olimpico della Russia

Paola Egonu (screenshot video YouTube)

E’ stato un ottimo esordio quello delle ragazze di Davide Mazzanti che hanno battuto con un secco 3-0 il Comitato Olimpico della Russia (ricordiamo che la stessa Russia è stata squalificata dalla competizione per lo scandalo doping e non può partecipare con quel nome). All’Ariake Arena non c’è stata partita, azzurre troppo forti (25-23 25-19 25-14). Oltre al risultato a far molto discutere è stato un simpatico siparietto che ha riguardato la portabandiera olimpica, Paola Egonu.

LEGGI ANCHE >>> Tokyo 2020, CIO sceglie portabandiera olimpica per la cerimonia d’apertura

Quest’ultima, infatti, in un momento di pausa del match ha chiesto per ben tre volte scuse la sua avversaria (anche se la telecamera non ha ripreso chi fosse) andando sotto la rete. Si sa sicuramente che la 22enne nativa di Cittadella è stata completamente ignorata dalla russa. Tanto è vero che l’azzurra, dopo essere stata rifiutata, di certo non gliele ha mandate a dire e l’ha mandata a quel paese.

Manco a dirlo il video sta facendo subito il giro del web (soprattutto sui social network). Queste le parole dell’azzurra: “Sorry…sorry…sorry…ma pijatela nel c*** vai“. Questo, invece, il VIDEO completo:

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM