Intervista esclusiva di Enrico Camelio a Mario Rusconi, presidente della ANP Roma. Diversi temi trattati, dalla ripartenza delle scuole passando per l’acquisto dei banchi con le rotelle.

Mario Rusconi in esclusiva sulle scuole

Intervista esclusiva ad Erfaina.it di Mario Rusconi, presidente dell’ANP Roma: “Do un giudizio per l’ultimo periodo. Noi siamo ancora in attesa per sapere quello che succederà da qui a settembre e molto dipenderà dal comitato tecnico scientifico che dà le norme. Penso ci sia grande distanza tra il Governo ed il comitato tecnico scientifico. Il ministro Azzolina? Il problema non sono i ministri, il problema è che nessuno ha mai pensato a cambiare la struttura elefantiaca del ministero dell’istruzione. Spesso i ministri sono vittime di questo apparato burocratico. DAD a settembre? Se dovesse rimanere la didattica a distanza è una disgrazia che pare però annunciata. I banchi con le rotelle? Ne sono stati acquistati circa 3 milioni. 240 mila erano con le rotelle. Hanno avuto una grande propaganda. Da parte del ministero ci voleva una attenzione. Ad un certo punto si pensava che tutto dipendesse dai banchi con le rotelle. Ora rischiamo di avere i banchi ma non gli studenti che resteranno a casa”.

LEGGI ANCHE >>> ROMA, RISSA ALLA STAZIONE TERMINI: UOMO IN MANETTE

Rusconi ha poi proseguito sulla ripresa delle attività: “Roma è piena di locali vuoti che appartengono spesso al comune non vengono adoperati e che non vengono messi a disposizione, altro che banchi con le rotelle. Ripartenza a settembre? Io sono normalmente contrario ai compiti delle vacanze. I genitori utilizzino le vacanze per portare i ragazzi nei musei o negli istituti di ricerca. Ai ragazzi dico di imparare a leggere. La capacità di lettura induce le persone ad interessarsi. La comunicazione? Gli ultimi governi hanno fatto un disastro. Non sono stati in grado di dare notizie precise”.