Avellino, due persone sono state arrestate dopo che nel maggio del 2020 piazzarono una bomba fuori al centro per l’Impiego

Carabinieri Ros (screenshot video YouTube)

Ci troviamo ad Avellino, in Campania, dove un ordigno (nel maggio del 2020) è stato fatto esplodere al Centro per l’Impiego. Il Tribunale di Napoli (come è stato richiesto dalla Procura Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo) hanno emesso il mandato di arresto per due persone indagate in questa vicenda. Si tratta di Ubaldo Pelosi, 51 anni, e Carmine Bassetti, 48. Appartengono al gruppo ‘Movimenti Spontanei Popolari‘. I due sono stati arrestati all’alba.

LEGGI ANCHE >>> Storie vere: arrestato per troppe relazioni, ecco dove è accaduto

Ad eseguire con la cattura ci hanno pensato il Ros ed i militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino. Secondo quanto riportano le stesse forze dell’ordine i due arrestati sono gravemente sospettati di aver costruito, aver portato in un luogo pubblico e fatto dopo esplodere un ordigno artigianale con “importante potenziale esplosivo“. Tutto questo a finalità di “terrorismo” e per dimostrare il loro dissenso nei confronti delle decisioni prese dal Governo per le misure anti Covid-19.

Carabinieri Ros (screenshot video YouTube)

La bomba danneggiò gravemente il portone blindato per il Centro dell’Impiego di Avellino. A seguire questa indagine è la Procura della Repubblica di Napoli.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM