Clamoroso successo, sia negli scambi commerciali che nelle quotazioni, delle criptovalute. Ecco l’incredibile motivo che c’è dietro

Criptovalute

Da qualche giorni gli esperti di finanza sono letteralmente spiazzati da un fattore imprevisto, il clamoroso successo delle criptovalute. Alcuni numeri per capire di cosa parliamo. Nella sola giornata di ieri, domenica 25 luglio, le cryptocurrency, questo il nome tecnico della moneta virtuale, sono aumentate in media del 12% di valore toccando punte del 15%.

I Bitcoin, la criptomoneta più diffusa e conosciuta, ha toccato il valore di 38.419 dollari ad un passo dal record storico dello scorso 16 giugno. Altissimi anche i valori di Ethereum salita a 2.335 circa e Dogecoin quotata a 0,225.

Stando ai dati di Coinmarketcap.com,  il sito che registra gli andamenti ufficiali delle quotazioni, le criptovalute in meno di 24 ore hanno avuto una capitalizzazione complessiva di 114 miliardi di euro. Quanto il valore di una legge di bilancio di un grande Paese Occidentale.

Il volo delle criptovalute: il motivo

Ma perché è accaduto tutto questo? Gli analisti finanziari sulla vicenda hanno una visione unanime. E’ tutto “merito” (o colpa a seconda dei punti di vista) del capo di Tesla Elon Musk il quale nelle recente conferenza sul Bitcoin organizzata da “The B-World”, uno dei più grandi progetti mondiali di criptovalute, ha spiegato che per l’acquisto delle sue auto è pronto ad accettare la moneta virtuale.

Musk ha sottolineato anche di aver investito a livello personale nella moneta. A ruota gli hanno fatto eco anche il CEO di Twitter Jack Dorsey e Cathie Wood di Ark Invest. Per non tacere del fatto che Amazon ha da poco avviato una selezionem a livello globale, per assumere esperti di criptovalute.

—>>> Leggi anche Green Pass e vaccini venduti a 130€: Finanza sequestra 10 canali Telegram

Ma cosa sono le croptovalute? Come recita wikipedia le cryptocurrency, vocabolo nato dalla fusione di “cryptography” e “currency” ossia valuta crittografata, sono vere e proprie monete digitali e virtuali create da un valore economico reale attraverso una serie di codici.

Sono basate sulla tecnologia punto-punto e quindi potenzialmente diffuse a livello planetario su singoli computer. Sulle singole maccchine gli utenti abilitati generano ed eseguono programmi che funzionano da borsellino elettronico, delle mini cassette di sicurezza. Da esse parte la quotazione. Il controllo avviene attraverso un meccanismo di blockchain e pertanto potenzialmente inespugnabile.