La situazione a Malta diventa incandescente: i giovani italiani restano bloccati sull’isola e arriva la denuncia di una mamma. 

italiani malta movida
Una foto della movida a Malta (Youtube)

Contagi in crescita, paura, e una situazione che diventa esplosiva. A Malta, dopo la chiusura delle scuole che ospitano anche tanti stranieri in arrivo per l’estate, arriva il liberi tutti. Centinaia di giovani fuori per la movida e diversi cluster che stanno alzando il livello di guardia. Fra questi ci sono tanti italiani, circa 300, che fra contagi e contatti diretti con i positivi sono ormai fermi sull’isola.

Le autorità maltesi sarebbero in contatto con i governi per provare ad accelerare il rimpatrio, ma fino a questo momento nulla si è mosso e i numeri si alzano, creando anche notevoli difficoltà nella gestione delle persone che sono intrappolate negli hotel. La vicenda rischia di diventare ancora più delicata, e arriva in merito la denuncia di una mamma. 

Leggi anche: Olimpiadi Tokyo 2020, sale il numero dei positivi al Covid: scatta l’allarme

Covid, italiani bloccati a Malta. La denuncia di una mamma: “La Farnesina ci ha detto di fare da soli”

malta italiani
Una spiaggia a Malta (Youtube)

Il blocco è ormai chiaro. Sono circa 300 gli italiani bloccati a Malta, e mentre le autorità provano a reperire alberghi per ospitare le persone contagiate dal Covid, i numeri crescono, rendendo la situazione esplosiva. A Malta provano quindi ad accelerare il rimpatrio, ma al momento tutto sembra fermo. E arrivano le parole della mamma di uno dei ragazzi italiani a rendere la vicenda ancora più delicata.

Come riporta Repubblica, la donna avrebbe denunciato l’immobilismo del Governo italiano. “La Farnesina ci ha detto di fare da soli”. Una ammissione che delinea le difficoltà nell’effettuare il rimpatrio dei giovani, che attendono di capire come e quando fare rientro in Italia dopo le vacanze studio che si sono trasformate in un incubo.