Ne ha del clamoroso, l’allarme che giunge del Giappone.

A lanciarlo Ken Shimizu, in arte Shimiken, vera e propria icona del cinema a luci rosse, conosciuto in terra nipponica come il “Cristiano Ronaldo del sesso”.

Non ci sono abbastanza uomini con la vocazione per il cinema hard. Banalizzando: nessuno vuole più fare il porno attore.

Queste le parole dell’attore classe ’79, primatista mondiale con 7500 film girati e oltre 8000 partner in scena:

“Noi siamo una specie in via d’estinzione. Ci sono solo 70 attori maschi per 10mila donne”.

Non che sia un problema per Shimiken, ma potrebbe esserlo per gli spettatori – che vorrebbero un ricambio degli attori in scena:

“Faccio questa vita da 17 anni e non mi sono mai stancato. È solo che per gli spettatori è noioso vedere sempre gli stessi attori, questa è la mia più grande preoccupazione”.

Nonostante ciò, sottolineano diverse realtà online, il mercato dell’hard sul web è assolutamente florido:

il 12% della rete è rappresentato da siti del settore, con un un valore di mercato di oltre 100 miliardi di dollari l’anno.

Limitandoci poi all’industria dei video per adulti in terra nipponica, le cifre sono sempre davvero importanti: parliamo solo per il Sol Levante di circa 20 miliardi di dollari all’anno.