Un bambino di 5 anni è stato rapito da un commando di quattro uomini. La madre: “Hanno portato via mio figlio, trovatelo”.

Carabinieri
Carabinieri (screenshot video YouTube)

E’ caccia all’uomo nel Padovano dopo che un bambino di 5 anni è stato rapito da un commando di quattro uomini. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la denuncia è stata fatta dalla madre nella mattinata di mercoledì 6 ottobre 2021. La donna, stando alle prime informazioni, stava accompagnando il piccolo a scuola quando è stata affiancata dai malviventi.

Due l’hanno tenuta ferma, l’altro (secondo il racconto della donna il padre del bambino) ha strappato il piccolo dalle braccia della mamma e sono fuggiti a bordo di un’auto. La donna è finita in ospedale ma le sue condizioni sono buone. E’ in corso una ricerca per cercare di ritrovare il prima possibile il piccolo.

LEGGI ANCHE <<< Agguato a Napoli, uomo colpito da 20 proiettili: i timori dei Carabinieri

Bambino rapito nel Padovano, sospetti sul padre

Carabinieri
Carabinieri (screenshot video YouTube)

La ricostruzione fatta dalla donna è ancora al vaglio degli inquirenti, ma i primi sospetti sono ricaduti subito sul padre. La coppia, infatti, dopo la separazione non ha avuto buoni rapporti tanto che, secondo il racconto della mamma del piccolo, una volta l’uomo le ha strappato di mano il figlio.

LEGGI ANCHE <<< Orrore a Napoli, anziana donna fatta a pezzi: c’è la confessione

Un gesto denunciato e che ha portato i giudici ad affidare a lei la custodia esclusiva del bambino. Da qui la decisione di trasferirsi in Italia per provare a mettere fine a questo incubo. Ma negli ultimi giorni qualcosa nella vita della donna è cambiata. In più di un’occasione ha detto agli amici di sentirsi osservata e di avere paura per il piccolo. Sensazioni che sono diventate realtà nella mattinata di mercoledì 6 ottobre quando un commando formato da quattro uomini le hanno strappato il figlio dalle mani. Tra di loro ci dovrebbe essere anche il padre del bambino e le forze dell’ordine hanno iniziato subito le ricerche per ritrovare il piccolo il prima possibile e arrestare i responsabili di questo gesto.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM