Scuola, domani il grande ritorno di tantissimi ragazzi: dall’utilizzo del Green Pass fino all’utilizzo delle mascherine, tutto quello che serve sapere per il primo giorno 

Obbligo vaccini scuola
Il ministro Bianchi sull’obbligo dei vaccini a scuola (screenshot video YouTube)

Ci siamo, mancano ancora poche ore al grande ritorno a scuola da parte di tantissimi bambini e ragazzi. Lunedì 13 settembre si tornerà tra i banchi, con tantissime novità per via del Covid. Non sarà un giorno come tutti gli altri, lo sapranno bene sia i ragazzi, insegnanti e tutto il personale scolastico. A partire dal ‘Green Pass‘: se non si è muniti del certificato verde non si può accedere nell’edificio scolastico. Universitari e genitori degli alunni dovranno avere con sé il documento verde.

Niente mascherina in classe per gli studenti che si sono sottoposti alla vaccinazione, altrimenti è obbligatoria per quelli dai 6 anni in su. Tutto il personale scolastico e quello universitario dovranno avere il ‘Green Pass’. Senza di questo, se si accumulano cinque assenze di seguito, verranno considerate come assenze ingiustificate e ci sarà la sospensione dello stipendio. Non solo: sono previste multe che vanno dai 400 ai 1000 euro.

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha recentemente dichiarato che coloro che sono vaccinati potranno anche non indossare la mascherina per tutto il tempo in cui saranno all’interno dell’edificio scolastico. Lo conferma anche il ministro della Salute, Roberto Speranza. Il numero dei vaccinati, tra ragazzi e non, sta aumentando nell’ultimo periodo.

LEGGI ANCHE >>> Green pass scuola, polemiche sull’obbligo ai genitori: “Norma pericolosa”

Ritorno a scuola, quello che serve sapere

Certificato verde anche per i genitori che dovranno essere muniti del documento, altrimenti non potranno accedere nelle scuole. Per quanto riguarda, ovviamente, colloqui con i docenti, se devono andare a prendere o accompagnare il loro figlio. Tutto questo sarà valido fino al 31 dicembre del 2021, a meno che non ci sia un cambiamento nei prossimi mesi.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass scuola, novità per i genitori: tutto quello che serve sapere

L’obiettivo, sempre quanto riportato da Speranza e Bianchi, è quello di ripartire in sicurezza e non che si verifichino altri casi come quelli dei mesi passati. Visto che la DAD (Didattica a Distanza) è stata definita un vero e proprio fallimento.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL!    INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM