Atalanta, l’ex calciatore dei bergamaschi Alejandro Gomez ha vuotato il sacco ed ha spiegato i motivi reali del suo addio alla ‘Dea’ nel mese di gennaio del 2021. Come si presumeva già da tempo c’entra molto l’attuale tecnico, Gian Piero Gasperini. I due, nell’ultimo periodo, non sono per nulla andati d’accordo. L’attuale attaccante della Nazionale ‘Albiceleste’ ha spiegato tutto quello che è accaduto a Bergamo

Alejandro ‘Papu’ Gomez (screenshot video YouTbe)

Dalla fine del primo tempo della gara pareggiata, in Champions League, contro il Midtjylland, il rapporto tra il ‘Papu’ Gomez e l’Atalanta si è concluso nella maniera peggiore possibile. Una accesa lite con il tecnico Gasperini che lo ha subito sostituito e poi messo fuori rosa per alcune settimane. Fino a quando non è arrivato il mese di gennaio del 2021 in cui il calciatore decise di andare via dall’Italia per accettare l’offerta del Siviglia. A distanza di alcuni mesi l’attaccante ha deciso di svelare a tutti la verità.

LEGGI ANCHE >>> Ilicic Milan, Maldini non demorde: lo sloveno può partire, la situazione

Queste le sue parole al quotidiano iberico ‘La Nacion‘: “Nella partita di Champions non ho ascoltato una indicazione tattica del mister. A dieci minuti dal termine del primo tempo Gasperini mi ha chiesto di spostarmi sulla destra, anche se a sinistra stavo facendo molto bene. Gli ho detto di “no”. In quel momento avrei capito che mi avrebbe sostituito perché lo hanno visto e sentito tutti grazie alle telecamere. Una volta entrati negli spogliatoi i toni si sono accesi e ha cercato di aggredirmi fisicamente“.

Scuse che sono arrivate subito il giorno dopo, ma a quanto pare non sono bastate per l’ex Catania: “Dopo il match c’è stata una riunione a Zingonia dove ho chiesto scusa a tutti per quello che era accaduto la sera prima. Dopo qualche giorno ho parlato con il patron Percassi e gli ho detto che non avrei lavorato più con Gasperini. Ad avere la peggio sono stato io che sono stato messo fuori rosa. E’ stato brutto. Percassi non ha avuto le p***e di parlare con l’allenatore affinché si scusasse con me. Voglio che i tifosi conoscano la verità“.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM