Pozzuoli, blitz dei Carabinieri di Napoli che hanno arrestato tre persone per estorsione con mitragliatrici e non solo

Carabinieri automobile
Foto di djedj da Pixabay

Blitz dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, a Pozzuoli, hanno arrestato tre persone per estorsione, tentata estorsione in concorso, detenzione, porto illegale di armi e aggravanti a finalità mafiose. Le indagini sono partite dalla Direzione Distrettuale Antimafia. Il loro ottimo lavoro ha permesso di raccogliere delle importanti notizie. Quali? Indizi di reità a carico degli indagati in ordine a sei estorsioni in danno di titolari di attività di ristorazione, commercianti al dettaglio e rivenditori nel mercato ittico di Pozzuoli.

LEGGI ANCHE >>> Manoppello, Carabinieri sequestrano canile: indagato il proprietario

Le richieste andavano dagli 800 ai 3000 euro. Le attività investigative hanno evidenziato alcuni episodi che si sono verificati tra il mese di settembre del 2017 e quello di dicembre dello stesso anno. A capo di tutto questo c’era Carlo Avallone, soprannominato “Il Fantasma“. Quest’ultimo, approfittando dell’assenza del clan dei Longobardi, ha fatto compiere numerosi raid nei confronti di attività commerciali. Anche con esplosioni di arma da fuoco.

Anche le vittime di questi bruttissimi episodi hanno contribuito al lavoro dei Carabinieri che sono riusciti ad arrestare tre persone. L’episodio importante di questa vicenda è stato il ritrovamento della “contabilità” che si trovava all’interno di una agenda in un locale. Cosa c’era scritto? Tutti i nomi dei commercianti da taglieggiare e le somme che dovevano pagare.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM

Questo il video postato dalla pagina ufficiale dei Carabinieri sui loro profili: