Il ‘Green Pass’ potrebbe non bastare per ritornare a viaggiare, alcuni paesi europei richiedono la compilazione del Plf (Passenger Locator Form). Ecco di cosa si tratta e come deve essere compilato

Ritornare a viaggiare? Il ‘Green Pass’ può anche non bastare (screenshot video YouTube)

Non solo il ‘Green Pass‘: per ritornare a viaggiare in Europa può servire anche il Plf. Conosciuto anche come ‘Passenger Locator Card‘ è un modulo in cui bisogna inserire delle informazioni sull’itinerario di viaggio, numero telefonico e indirizzo di dove si alloggia per permettere alle Autorità sanitarie di contattare in tempo il passeggero, nel caso in cui dovesse essere esposto ad una malattia infettiva diffusa durante il viaggio in aereo o in qualsiasi altro mezzo di trasporto.

LEGGI ANCHE >>> Italiani a Malta, la denuncia di una mamma: “La Farnesina ci lascia soli”

Per avere maggiori informazioni riguardo questo modulo si può andare sul sito “www.app.euplf.eu“. Una volta che il modulo è stato inviato, il passeggero riceverà una mail contenente il dPLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone. Ovviamente una volta imbarcati. Altrimenti può sempre stampare una copia di questo documento, ma quello originale deve essere inviato obbligatoriamente. Questo vale per ogni singolo passeggero.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM