Da oggi chiude Roma Tv per decisione dei Friedkin: il canale non sarà più visibile su Sky, e c’è un retroscena. Intanto l’indebitamento sale.

Roma Tv spegne le trasmissioni su Sky e chiude. Il canale non sarà infatti da oggi più visibile sul canale 213 della piattaforma satellitare di Sky, che da tempo raccontava con trasmissioni e approfondimenti le vicende dei giallorossi. La decisione è stata chiaramente presa dai Friedkin, che hanno dato vita ad una rivoluzione partita dal campo per diramarsi poi in tutti i settori del club.

La società ha infatti deciso di puntare sul digitale, e la redazione di Roma Tv continuerà ad operare. Lo svela AdnKronos, che racconta anche i motivi della scelta e traccia le nuove mosse dei proprietari giallorossi, pronti a spostare il canale sul digitale, dove saranno disponibili contenuti gratis e altri a pagamento. Un modo anche per tagliare le spese e rendere più accessibile a tutti Roma Channel. L’indebitamento del club infatti sale. E lo svela l’Ansa.

Leggi anche: Lulic lascia la Lazio dopo 10 anni: l’addio social è commovente

Roma, chiude la tv satellitare: il retroscena. Intanto l’indebitamento sale. I conti e le mosse dei Friedkin

pallone calcio
Chiude Roma Tv, e i Friedkin fanno i conti con l’indebitamento

Tagliare, investire meglio, rifondare. Il diktat dei Friedkin è chiaro, ed è dettato anche dai riflessi della pandemia, che hanno creato scossoni importanti nei club di Serie A. Dalla relazione finanziaria del club, emerge infatti che il debito della Roma è salito. Al 31 maggio le casse hanno un passivo di 303,6 milioni di euro netti. Una crescita preoccupante, perché rispetto ad aprile il debito è aumentato di quasi 12 milioni di euro.

Su richiesta della Consob, i Friedkin hanno pubblicato i conti, e nel mese di giugno hanno versato 10,2 milioni di euro per limitare il passivo. Non basteranno però tali operazioni. La notizia della chiusura di Roma Tv è infatti solo il primo passaggio per ristrutturare il club in modo da renderlo più sostenibile. Pare infatti che la società abbia provato a vedere il canale ad alcune radio, ma avrebbe incassato risposte negative perché nessuna emittente avrebbe la forza lavoro del canale tematico giallorosso. Qualche passaggio intanto potrebbe riguardare anche la rosa e il mercato, che inevitabilmente potrebbe essere condizionato, come per gli altri club, da una situazione economica che non lascia sereni i tifosi.