Dopo mesi di silenzio i tifosi della Salernitana escono allo scoperto e denunciano ciò che proprio non gli va giù in questa brutta vicenda. E nel comunicato c’è anche una minaccia… 

Salernitana Serie A
Lotito Salernitana

Sembrava impossibile e invece sta succedendo davvero. La Salernitana ha compiuto l’impresa di arrivare in Serie A e ora sta riuscendo in un’impresa ancora più incredibile: quella di farsi rispedire all’inferno per via di una assurda prova di forza fra Claudio Lotito e la Figc. Una lotta impari, per di più sul filo di un regolamento che più chiaro non si può, un muro contro muro che non può che finire con la sconfitta di Lotito e della Salernitana se non si trova una soluzione in tempi brevi, anzi brevissimi.

La deadline per presentare un compratore o un trust credibile è fissata per sabato sera, poi la decisione definitiva sarà presa l’8 luglio. Nel frattempo i granata non sono stati invitati all’ultima assemblea di Lega e questo la dice lunga sulle intenzioni della Federazione, se Lotito non pone rimedio al disastro che ha combinato finora.

Salernitana, tifosi furibondi: il comunicato delle Curve

In questa situazione, ovviamente, a farne le spese sono come sempre i tifosi. Il tifo organizzato della Salernitana è rimasto in silenzio finora, proprio per non dare adito a strumentalizzazioni, ma poi è esplosa la contestazione con un comunicato al vetriolo che lascia presagire dei problemi belli grossi per Lotito e forse anche per il presidente FIGC Gravina: “Giammai grideremo abbasso Gravina – si legge nel comunicato – perché Lotito non merita nessuna sponda. Ma giammai grideremo forza Gravina: la Figc è compartecipe della multiproprietà, contro la quale ci siamo battuti da sempre. Se sarà trust, il problema multiproprietà non sarà risolto, e la linea non cambierà: contestazione fino alla definitiva, reale cessione”.

Se la Salernitana non torna in Serie A sarà contestazione

Salernitana tifosi
I tifosi della Salernitana (video screenshot)

Insomma, i tifosi della Salernitana non ne possono più di Lotito e lo fanno capire a chiare lettere: “Intendiamo essere semplici e diretti: se chi acquista confermerà Fabiani e porrà in essere qualsivoglia continuità gestionale col passato sarà considerato nemico di Salerno e come tale sarà trattato”. Nelle intenzioni della tifoseria quelle di pressare il Comune affinché non conceda lo stadio Arechi. E poi la minaccia, neanche troppo velata: “Non prendiamo in considerazione cosa accadrebbe in caso di mancata iscrizione ma fidatevi: non vi piacerebbe saperlo”.