Parma, fine dei giochi per una baby-gang che ha terrorizzato ragazzini nel cuore della città: per 4 di loro sono scattate le manette

Carabinieri (screenshot video YouTube)

E’ stata catturata a Parma una banda di giovani 20enni che, tra il novembre del 2020 e il marzo del 2021, ha letteralmente terrorizzato le strade della città romagnola. In che modo? Derubando tantissimi ragazzini (prendendosi soldi, cellulari ed altro). Sono dovuti intervenire i carabinieri che hanno messo immediatamente agli arresti domiciliari tre di loro, mentre un quarto è finito dietro le sbarre.

LEGGI ANCHE >>>Parla nel sonno e nomina la ex, lei la picchia: arrestata per percosse

Da valutare ancora la posizione di tre minorenni. Secondo quanto riportano le indagini le vittime avevano una età compresa tra i 14 ed i 15 anni. Il loro obiettivo era quello di avvicinarli con dei pretesti (gli si chiedeva qualche euro oppure se potevano offrire loro delle patatine) e poi concludere l’opera derubandoli dei loro beni. Se uno di loro provava a reagire seguivano minacce ed aggressioni fisiche. Non solo: li perseguitavano anche fino fuori la loro scuola, in modo tale da intimorirli e di ritirare la denuncia.

SEGUI DAMIANO ER FAINA SUI SOCIAL! INSTAGRAM    FACEBOOK    TELEGRAM

Parma, baby-gang in azione: le parole del procuratore D’Avino

Queste le parole del procuratore Alfonso D’Avino: “E’ una forma grave di appropriazione del territorio. Gli indagati vivono in zone vicine dove hanno compiuto le rapine. Volevo impossessarsi del territorio a tutti gli effetti. Non abbiamo nessuna intenzione di cedere la città in mano ad una banda di criminali“.

Parma, baby-gang (screenshot video YouTube)

Basti pensare che uno di loro, poco tempo fa, ha avuto la brillante idea di pubblicare sul suo profilo social un video in cui si vede benissimo che maneggia un’arma che all’apparenza sembrava vera.