Continua a far parlare il bambino scomparso nel Mugello ma poi ritrovato. Spunta un precedente davvero molto importante e che lascia tutti a bocca aperta.

Getty Images

Quattro anni fa il fratello maggiore di Nicola Tanturli era scomparso in un modo molto simile a lui. A raccontare il tutto ai media è stato l’abitante di un casolare che si trova a 2 km da casa del bimbo di 21 mesi che ha fatto tremare tutta l’Italia. Quest’uomo ritrovò il bambino nel suo terreno in una situazione davvero molto simile a quella accaduta in questi giorni. Vista la tenera età era sembrato strano al signore che un bambino così piccolo in poche ore avesse percorso a piedi da solo tutta quella strada.

LEGGI ANCHE >>> Il bimbo è stato ritrovato

Bambino scomparso nel Mugello, ecco cosa accadde qualche anno fa

Getty Images

La storia del bambino scomparso nel Mugello si arricchisce di un episodio che arriva dal passato con un uomo, vicino di casa della sua famiglia, che ha raccontato all’Ansa una storia davvero sconvolgente. Fu lui a ritrovare il fratello di Nicola nella sua proprietà senza bisogno di avvertire un piano di soccorso come invece è accaduto in questo caso. I carabinieri di Borgo San Lorenzo poi hanno inviato alla Procura di Firenze gli atti della vicenda. Quest’ultima aveva aperto un fascicolo conoscitivo anche se al momento non ci sono ipotesi di reato, ma di allontanamento volontario.

LEGGI ANCHE >>> La scomparsa del bambino

Di sicuro questa storia lascia esterrefatti con il pubblico del web che ha iniziato a commentare anche in maniera molto pesante nei confronti della famiglia. Quanto di più sbagliato ci possa essere in questo momento è sostituirsi alle forze dell’ordine e andare anche oltre privando la famiglia del beneficio del dubbio. Sarebbe importante ora lasciar lavorare gli inquirenti e non andare a fare delle polemiche che risultano in questo senso veramente inutili e fuorvianti.